DISFUNZIONI MASCHILI
Disfunzione erettiva

Può essere sia parziale che totale, assoluta o situazionale a seconda delle circostanze.
Un uomo può non aver problemi con una partner ed averne con un'altra.
Il problema situò presentare durante tutta la sua vita sessuale oppure comparire dopo un periodo di funzionalità soddisfacente.

Eiaculazione precoce


Consiste, salvo rare eccezioni, nella disfunzione sessuale psicologica (non organica) più diffusa.
In questa disfunzione non esiste un criterio assoluto per stabilire chi sia un"eiaculatore precoce" poiché tale dato è collegato al grado di soddisfazione sessuale che quella persona prova e all'altrettanta soddisfazione che procura alla partner.

Eiaculazione tardiva


E' una disfunzione che pone al centro dell'attenzione il tema psicologico del rifiuto nei confronti dell'altra persona.


DISFUNZIONI FEMMINILI


Disfunzione orgasmica  

Consiste nell'incapacità di provare l'orgasmo nelle varie situazioni sessuali .
Come per l'uomo, può essere primaria o assoluta, secondaria o situazionale a seconda delle sue manifestazioni.
In ogni modo, l'interesse per l'attività sessuale può rimanere alto e fortemente motivato.

Vaginismo e/o conseguente dispareunia


Problema che si manifesta con un'impossibilità o grande difficoltà ad impegnarsi (pur volendolo) nell'attività sessuale.
E' causata da una costrizione potente della muscolatura dell'apparato genitale e porta ad una percezione fortemente dolorosa durante il rapporto sessuale.

Carenza del desiderio

Questo tipo di disfunzione consiste in:
-fantasie sessuali e desiderio di attività sessuale persistentemente o ricorrentemente carenti (o assenti)
-disagio o difficoltà nei rapporti interpersonali.

La mancanza di desiderio può dipendere da inibizioni psicologiche transitorie: un periodo di stress intenso, impegni di lavoro pressanti, preoccupazioni per la salute di un familiare, un periodo di tensione nel rapporto di coppia, problematiche che possono interferire con il desiderio.

Avversione sessuale

Questo disturbo è caratterizzato dalla paura irrazionale per il sesso.
Il sintomo fobico si manifesta con l'impulso a sfuggire la situazione sessuale considerata ripugnante.

Porta estrema ansietà, sentimenti di terrore, attacchi di panico e manifestazioni somatiche (nausea, palpitazioni, vertigini e difficoltà alla respirazione).

In alcuni casi l’avversione è estesa a qualsiasi tipo di stimolo sessuale compresi baci ed effusioni.


Share by: